Panoramica sui Social network Prodotto del laboratorio di approfondimento del corso Team innovazione - Cigliano, 21 marzo 2017 - Esperto: Cinzia Ordine

PINTEREST

Immaginiamo una bacheca universale, come quelle di una volta, di sughero, con le spilline, ma di dimensioni infinite.

Uno spazio senza limiti dove affiggere tutte le nostre passioni, i sogni, le aspirazioni, ma sempre in forma di immagini.

Cosa dice di sé

Pinterest è il catalogo mondiale delle idee. La nostra mission è aiutare le persone a scoprire ciò che maggiormente interessa loro e ispirarle a metterlo in pratica nella vita quotidiana. Ben Silbermann, Evan Sharp e Paul Sciarra hanno co-fondato Pinterest in marzo del 2010. Da allora, abbiamo aiutato milioni di persone di tutto il mondo a trovare ricette, oggetti per genitori, idee di stile e altre idee da provare.

Come si usa

Gli utenti di Pinterest possono caricare, salvare, ordinare e gestire immagini, attraverso puntine, e altri contenuti multimediali (come i video) collezionandoli in bacheche, che fungono da contenitori

Nella pagina principale di Pinterest appare l'attività cronologica degli utenti che uno segue

Uso didattico

Le bacheche possono essere utilizzate dagli educatori per trasformare in digitale dispense e lavori degli studenti.

Gli studenti possono appuntare e organizzare le fonti e collaborare su progetti, o creare bacheche dedicate ad eventi.

Approfondimento in .pptx

(a cura di Luciana Ravaioli, Gabriella Colazzo, Giuseppe Zucco)

SLIDESHARE

Tutorial di Slideshare (ricerca a cura di Nello Pietropaolo e Claudio Casalino)

ANOBII

E’ un social creato nel 2006 a Hong Kong da Greg Sung che permette di condividere la passione per la lettura, incontrando lettori con i nostri stessi gusti, avviando delle discussioni all’interno dei gruppi, scambiando o acquistando testi. E’ diffuso in 13 lingue diverse, tra cui l'italiano, e vi sono classificati oltre 43 milioni di libri.

Il funzionamento è semplice. Una volta registrato, l’utente può visualizzare la libreria degli altri iscritti e viene portato dallo stesso Anobii, attraverso un calcolo di compatibilità automatico, a individuare le librerie simili alla propria e a scoprire nuovi libri e nuovi autori. Inoltre il social consente di estrapolare dati sulla propria libreria, come il numero di pagine lette in un determinato anno, il numero di altri utenti che l'hanno visitata, gli utenti che grazie a quella libreria hanno scoperto nuovi libri.

Per rendere maggiormente fruibile il servizio, è stata immessa gratuitamente sul mercato la App sia per il sistema Android sia per l’Iphone. Nel marzo 2014 il social network è stato acquistato dal gruppo Mondadori.

L’utilità didattica potrebbe consistere nel far nascere/incrementare la passione per la lettura da parte degli studenti.

(ricerca a cura di Paola Beccaria)

FLICKR

“Flickr è quasi certamente la migliore applicazione online di gestione e di condivisione di foto. Su Flickr, gli utenti possono caricare foto, condividerle in modo sicuro, integrarle con metadati, come informazioni sulla licenza, posizione geografica, persone, tag e così via, e interagire con parenti, amici, contatti o chiunque faccia parte della community. In pratica, tutte le funzioni disponibili sulle diverse piattaforme di Flickr (Web, mobile e desktop) sono affiancate da un classico programma API. Sin dal 2005, gli sviluppatori collaborano anche sulle API di Flickr per offrire un’esperienza divertente, creativa e fantastica con le foto che va ben oltre Flickr.”

https://www.flickr.com/services/developer

DIDATTICA

Principali proprietà: piattaforma multilingua su portale Yahoo che offre la possibilità di pubblicare, condividere, commentare ed elaborare immagini, fotografie o video anche con grandi risoluzioni.

Considerando il fatto che il portale offre anche la possibilità di rendere private o accessibili ad un numero ristretto di utenti, riteniamo proponibile un percorso in un gruppo classe finalizzato a documentare

- viaggio di istruzione

- alternanza scuola lavoro

- esperimenti scientifiche

- attività sportive della classe

- articoli di giornale a tema

Da qui i ragazzi attingono fotografie scelte ad hoc per costruire presentazioni, relazioni, filmati, tesine…

ASPETTI POSITIVI

Libero accesso ad una grande banca dati

Possibilità di pubblicare immagini/video in formato professionale

Commenti tecnici e poco invasivi

Possibilità di lavoro in Team

ASPETTI NEGATIVI

Il copyright sulle immagini non esiste, il portale potrebbe appropriarsi dei diritti d’autore (bisogna approfondire)

(Approfondimento a cura di Andretta Bertone e Luca Oliva)

Il social network Ask

Presentazione di Nunzio Casalino, Francesco Dattrino

E’ il social degli adolescenti, nella fascia tra i 13 e i 15 anni normalmente.

Funziona come luogo virtuale per scambiarsi domande e risposte su tutto. Le domande possono essere fatte sia in forma testuale (lunghe al massimo 300 caratteri) che video, e possono essere dirette sia ad una particolare persona o direttamente a tutta la community. Il profilo tiene conto delle risposte date e dei “mi piace” alle risposte: più alto è il numero delle risposte piaciute più si è considerati.

Caratteristica tipica di questo strumento di comunicazione, se così si può chiamare, è la possibilità di effettuare domande in forma anonima sulla bacheca dell’interessato. Conseguenze deleterie sono la possibilità di sviluppare focolai di cyberbullismo, come in effetti è accaduto con casi ben documentati, come quello di Hannah Smith.

Credits:

Created with images by JeepersMedia - "Pinterest"

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.