Loading

La nostra è la storia di una comunità di vignaioli legati al ciclo chiuso di un filo arancione

Tutto ha inizio nel 2005 quando alcuni di noi, già soci di Cantina Orsogna e dediti all'agricoltura biologica, sposano l’idea, promossa dalla Cooperativa, di condurre i vigneti secondo i principi dell'agricoltura biodinamica e condividendo l’importanza di salvaguardare il nostro territorio, le nostre esperienze, le nostre famiglie, le nostre tradizioni.

Siamo tutti figli di viticoltori da almeno tre generazioni, la nostra è una comunità di piccole aziende agricole a conduzione familiare associate in Cooperativa, alimentata dalla consapevolezza che le future generazioni potranno calpestare i nostri vigneti solo se le scelte che facciamo oggi saranno responsabili!

I nostri vigneti si trovano a Orsogna e nei comuni limitrofi, alle pendici del Parco Nazionale della Majella, la nostra montagna madre, maestosa e quieta, e a 15 Km in linea d'aria dal Mar Adriatico, a due passi dalla costa dei Trabocchi: una zona pedemontana particolarmente ventilata con un microclima che non consente la produzione massiva di uva, ci permette la riduzione dell’uso di pesticidi e di trattamenti invasivi.

Oggi la nostra superficie vitata biodinamica è di 360 ettari.

Commercializziamo i nostri vini con il marchio Lunaria - Orsogna

La Conferenza Mondiale della Biodinamica svoltasi nella primavera del 2018 a San Francisco ci ha riconosciuti come la più grande comunità biodinamica di uva certificata Demeter al mondo.
Il filo arancione che ci lega è la forza e l'energia vitale che nutre i nostri suoli, una forza cosmica che si sprigiona dalle corna che ciclicamente interriamo e dissotteriamo, alimenta i ritmi del nostro microcosmo organico e ritroviamo nei nostri vini, pura espressione di un terroir sano e vivo.

Siamo abruzzesi biodinamici, forti, gentili e testardi. Sappiamo che non è facile, ma le nostre mani e le nostre famiglie si impegnano costantemente per vivere la biodinamica non solo come un metodo agricolo, ma come un'opportunità etica per vivere in sintonia con la natura, con l'ambiente e con gli uomini.

Il MARCHIO DEMETER, garanzia di una doppia certificazione

Tutte le nostre lavorazioni sono sottoposte ad un rigido iter di verifica certificato dal marchio internazionale DEMETER dalla produzione agricola, alla vinificazione, alla commercializzazione dei nostri prodotti.

Il marchio Demeter (dea della fertilità e della terra) è una certificazione ulteriore rispetto a quella già prevista dall’agricoltura biologica (le aziende biodinamiche infatti sono obbligatoriamente anche biologiche).

Condividiamo giornate di lavoro e attrezzature per:

  • allestire i preparati biodinamici per stimolare la formazione di sostanza organica nei nostri suoli;
  • seguire il passaggio della luna attraverso lo zodiaco e le fasi lunari per sincronizzarci con le attività proposte dal calendario delle semine di Maria Thun;
  • incrementare la biodiversità le nostre vigne e salvaguardarle dall'erosione nei periodi più piovosi attraverso il sovescio con l'erba Sulla
  • potare al verde e al bruno, quando la pianta è in riposo vegetativo e la circolazione della linfa è minore per contenere il suo pianto legato all’incapacità di cicatrizzare le proprie ferite.
  • ridurre il numero e i dosaggi dei trattamenti a base di rame e zolfo per la lotta alle malattie fungine, attraverso una rete di centraline meteo integrate ad un sistema informatico Horta (spin-off dell’Università Cattolica di Piacenza) che ci tiene costantemente aggiornati sul livello di rischio dei patogeni.
  • gestire le stalle di bovini biologici che producono il letame destinato ai cumuli e ai preparati biodinamici da cumulo 502/507 che puntualmente distribuiamo nei nostri vigneti.
UN TERROIR UNICO
Nella biografia dei nostri vini c’è tutto il patrimonio del nostro territorio: una concatenazione di esperienze, sogni, ambizioni, aspirazioni e speranze, storie collettive e individuali, contenuti organolettici, valori, ideali, progetti e innovazioni.

L'attenzione alla naturalità

I nostri vini sono caratterizzati per:

la fermentazione spontanea: sono vini fermentati utilizzando solo i lieviti presenti sulle uve. Il rispetto della vita microbiologica del vigneto ci consente di ottenere fermentazioni biodinamiche di successo in cantina.

la stabilizzazione tartarica naturale: in biodinamica non sono ammessi trattamenti fisici (refrigerazione) e chimici (aggiunta di carbossi-metil-cellulosa, acido meta-tartarico, gomme arabiche e altro) e si sfruttano le basse temperature invernali per la stabilizzazione del vino. Se trovate sul fondo di una nostra bottiglia dei piccoli e innocui cristalli significa che “il vino ha sentito freddo”.

il basso contenuti di solfiti: inferiore a 70 mg/lt vini rossi e 90 mg/lt vini bianchi. Circa -30% rispetto al biologico e -50% al convenzionale. Spesso si dimentica la funzione primaria del vino che è quella di essere bevuto è per questa ragione deve essere sano e genuino. Il vino biodinamico sia per il tipo di coltivazione delle uve (assenza di pesticidi) che per il basso contenuto di solfiti è un vino sano e vivo.

Segno inconfondibile delle nostre bottiglie è la legatura a corda del tappo

Applichiamo manualmente, bottiglia per bottiglia, un filo arancione (il colore della biodinamica) a chiusura delle nostre bottiglie, secondo un'antica pratica contadina tramandata dai nostri nonni. Per noi è sia simbolo di un legame con il territorio e la sua tradizione, sia sigillo sostitutivo delle capsule ( sensibili alla problematica dell’inquinamento dei mari vogliamo contribuire a ridurre l’uso della plastica e per questo dal 2013 abbiamo bandito l'uso delle capsule nei nostri processi di imbottigliamento).

Siamo pionieri per natura

Portiamo avanti il nostro lavoro secondo un’ottica di sostenibilità, proponiamo prodotti innovativi, al passo con i trend di mercato, senza mai dimenticare l'obiettivo primario della tutela nostra, delle nostre famiglie, dei nostri consumatori e dell'ambiente in cui viviamo.
  • Siamo stati i primi ad introdurre sul mercato il Ruminat Primitivo Terre di Chieti IGP.
  • Siamo tra i pochi a produrre il Ramoro Pinot Grigio Terre di Chieti IGP dal colore ramato con riflessi rosati. Durante la sua vinificazione non utilizziamo i carboni decoloranti e il vino risulta del suo colore originale: “buccia di cipolla”.
  • Siamo gli unici a produrre 4 VINI DA UVE APPASSITE: Malvasia, Pinot Grigio, Primitivo e Montepulciano d'Abruzzo. L’appassimento sulla pianta avviene con la tecnica del taglio reciso che provoca la disidratazione delle uve, l’aumento della concentrazione degli zuccheri, dei sentori di frutta e l’ammorbidimento dei tannini.
  • Utilizziamo tappi e cartoni certificati FSC, il marchio che identifica prodotti forestali, come legno, carta e prodotti non legnosi come il sughero che derivano da foreste gestite in modo responsabile.
  • L'etichetta è stampata su un supporto adesivo in fibra di cotone, 100% TREE-FREE.
  • Selezioniamo fornitori attenti alle questioni ambientali che per le loro produzioni utilizzano in larga percentuale vetro riciclato e si impegnano a realizzarle fornendo prova che i valori NOx (sigla che identifica in modo generico gli ossidi di azoto e le relative miscele) delle emissioni dei loro forni sono al disotto dei limiti di legge del 40%.

Un vino biodinamico pluripremiato

Vantiamo un ricco medagliere con importanti riconoscimenti in competizioni nazionali ed internazionale dove spesso i nostri vini vengono degustati alla cieca insieme a vini convenzionali.

__________________________________________

Lunaria è un brand di Cantina Orsogna 1964 - via Ortonese 29 - 66036 Orsogna (Ch) Italy - Tel +39 087186321