Abbazia di Montecassino

Abbazia di Montecassino

Con il termine “abbazia” si identifica un complesso di edifici in cui abitano monaci, che hanno come capo l’abate, e le monache, capitanate dell'abadessa. L’abbazia di Montecassino si trova vicino Frosinone e comprende: chiese, monasteri, musei, inoltre, intorno, sono situate reliquie di militari morti durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu fondata nel 529, da San Benedetto da Norcia.

Foto di San Benedetto da Norcia

il medioevo

Il Medioevo è stato suddiviso per convenzione in Alto Medioevo (476 d.C- 1000 d.C.) e Basso Medioevo (1000 d.C.- 1492 d.C). Questo periodo storico è stato visto dagli storici in modo dispregiativo, come un’età buia. Infatti, vi furono molte conquiste, da parte di Longobardi, Ostrogoti, Franchi ecc. Dal punto di vista della società era difficile trovare pace e tranquillità e molti eremiti dell’Oriente se ne andarono dalle proprie case e si diressero verso una vita felice e solitaria. Infatti la parola “monaco” intende colui che viaggia da solo.

san benedetto

San Benedetto rivoluzionò la loro vita e fondò l’ordine benedettino. Istituì molte regole che caratterizzarono la vita dei monaci come il motto ora et labora che scandisce il tempo della giornata con l'alterazione della preghiera e del lavoro. Molto spesso gli amanuensi (coloro che ricopiavano i manoscritti) andavano a cercare libri nelle biblioteche e li copiavano, a volte cambiando i testi, altre facendo graziose miniature nella prima lettera di un nuovo capitolo. Grazie ad una serie di ristrutturazione ancora oggi l’abbazia di Montecassino custodisce codici miniati, libri di amanuensi e addirittura il primo testo scritto in lingua volgare. In passato il latino veniva distinto in latino scritto e latino parlato identificato con il volgare espresso dal popolo stesso.

Il primo testo scritto in lingua volgare

I documenti quindi venivano scritti per normalità in latino fino a quando, un certo Arechisi, un avvocato di Capua, ascoltando una testimonianza da un monaco benedettino, decise di trascriverla in volgare, la lingua parlata dai testimoni stessi.

Testimonianza in volgare

Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte Sancti Benedicti.

Testimonianza in italiano

So che quelle terre, entro quei confini che qui sono contenuti per trenta anni le ha avuto in possesso la parte [cioè il monastero] di San Benedetto.

Come mai sono state fatte molte ristrutturazioni all'abbazia?

Purtroppo il monastero di Montecassino è stato raso al suolo per ben tre volte: dai longobardi, dai saraceni ed infine dal terremoto della Seconda Guerra Mondiale.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, i tedeschi occuparono la capitale d'Italia, ovvero Roma e la linea di Rustav. Nel febbraio del 1934 alcune truppe tedesche erano appostate tra le mura dell'abbazia di Montecassino. La notizia si diffuse in tutta Italia e il generale americano, che occupava il Mezzogiorno, in preda al terrore ordinò ai suoi soldati di bombardare l'edificio. In realtà non si erano stabilite le truppe tedesche al suo interno bensì angloamericani. Questo fu un grande errore per ben due motivi: il primo fu che morirono innocenti e secondo che le macerie dell'abbazia furono utili per i soldati tedeschi ad appartarsi durante gli scontri con i nemici.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.