Loading

Lo Stipo del Falco Breve storia di un mobile firmato mario aresi

Seguiamo da sempre un percorso di ricerca molto accurato, i nostri mobili nascono da stimoli che riceviamo costantemente dai nostri interlocutori nazionali ed esteri. Come modellisti-progettisti, ci facciamo carico di interpretare al meglio le necessità di chi cerca in un particolare elemento d'arredo non solo un "semplice" Mobile funzionale ma una vera e propria estensione della propria personalità e che trasmetta una propria espressione linguistica.

La selezione e la lavorazione dei materiali hanno ruolo fondamentale nella produzione di un Mobile Aresi.

Vogliamo raccontarvi come nacque il nostro "Stipo del Falco", presentato in anteprima a Dubai a maggio 2015 dietro particolare richiesta di un cliente dubaino.

Work in progress - intarsi per fregi ornamentali, frassino tinto in bianco e blu con filettatura in ottone.

La richiesta fu chiara ed esplicita: il cliente cercava un mobile importante ma non troppo imponente ed invasivo, sia come dimensioni che per impatto visivo. Un mobile da utilizzare nel proprio ambiente classico ma con un forte richiamo alla propria indole sportiva e culturale.

E noi ideammo e proponemmo lo "Stipo del Falco".

Disegno preparatorio per l'intarsio della cupola: un purosangue che corre sulla spiaggia. Mario Aresi

Il mobile di tipo "stipo" nasce come "studiolo", mobile architettonico a due corpi con base perlopiù ad ante o cassetti a vista nella parte inferiore e a due ante con numerosi scomparti interni nella parte superiore. E' nato presubilmente in Italia e in Età Moderna dal '500 in poi lo Stipo prese sempre più piede, sviluppandosi da Firenze e attraversando l'Italia intera, attraversando epoche e stili, interpretato e riproposto da numerosi ebanisti: veri e propri artisti la cui fama era già riconosciuta a livello internazionale. Basti pensare a nomi come Vasari, Baldinucci, Buontalenti o Maggiolini (quest'ultimo dopo aver prestato la sua opera agli asburgo d'Austria diede poi il via ad un vero e proprio distretto del Mobile d'Arte tra Milano e Bergamo).

Il nostro Stipo vuole essere un omaggio ai fasti di queste epoche passate ma con un tocco quasi contemporaneo dato dall'uso di colori vivaci dove il frassino a spina di pesce tinto in bianco e blu predomina su ottone, madreperla e conchiglia degli intarsi sviluppati appositamente per questo progetto.

Mario Aresi completa il disegno esecutivo in scala 1:1 dello Stipo del Falco.

La decorazione, ad intarsio ed intaglio, verte su due soggetti principali : il Falco ed il Cavallo, entrambi animali ritenuti importantissimi nella cultura Araba e che nostro caso di grande rilievo per il committente dubaino, esperto falconiere e amante dei cavalli.

Lo sapevi che...

Falco Pellegrino, chiamato così in riferimento alla colorazione scura delle penne del capo, che ricordano un cappuccio nero simile a quello che erano soliti indossare i pellegrini. Presente in tutto il mondo ad eccezzione dell'Antartide.

La pratica della falconeria è stata aggiunta nel 2012 dall'UNESCO nella lista del Patrimonio culturale immateriale dell'umanità. Nello stendardo presidenziale degli Emirati è rappresentato un falco che regge tra gli artigli una pergamena rossa su cui si legge il nome del Paese.

1° disegno preparatorio per l'intarsio del falco
Dettaglio intarsio - testa del falco
Work in progress - taglio ed inizio assemblaggio del corpo in madreperla
Work in progress - intarsi con dettagli in ottone e madreperla, quest'ultima c'è ma non è ancora visibile. Nel riquardro di dx gli inserti in madreperla sono al contrario, questo è il lato che andrà incollato al pannello semilavorato.
Mario Aresi durante l'operazione di "incisione-ripasso" a china del piumaggio in madreperla del falco.
Intarsio frontale per la cupola, il nostro cavallo di madreperla corre su una spiaggia al tramonto!
Dettaglio della cupola con ornato a rilievo in madreperla ed ottone. La cimasa intagliata, rigorosamente a mano, ha delle cave che ospiteranno cabochon in conchiglia "Cassi Madagascarensis".
Ecco lo Stipo del Falco pronto per la doratura e la verniciatura.
Due opzioni per l'interno : a 4 cassetti con apertura push-pull con vano e ripiano registrabile in vetro oppure con castelletto tradizionale a 7 cassetti, du ante e vani a giorno. Colonne radicate.
Ecco lo Stipo del Falco finito, verniciato naturale con elementi intagliati dorati a foglia.

Un processo lungo ed articolato partito da "normale" richiesta. Un processo costituito da un bozzetto sviluppato poi in scala 1:1, seguito da una accurata selezione di materiali, un notevole lavoro di intarsio, ebanisteria e falegnameria per un mobile che raccoglierà la storia del suo nuovo proprietario, dall'altra parte del mondo.

Mario Aresi Mobili in Stile - Mobili per una Vita. - Cultura Artigiana, Cultura Italiana.

Credits:

Davide Aresi - Mario Aresi Mobili in Stile

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.