Loading

#sfangarla Laboratorio di scrittura creativa ai tempi del covid19

La poetessa Maria Grazia Calandrone, ospite speciale nella classroom 3^P dell'I.C. Brigida di Termoli (CB)
Notturno
Dormono le cime de’ monti e le vallate intorno, i declivi e i burroni; dormono i rettili, quanti nella specie la nera terra alleva, le fiere di selva, le varie forme di api, i mostri nel fondo cupo del mare; dormono le generazioni degli uccelli dalle lunghe ali.
Alcmane (traduzione di Salvatore Quasimodo)
L'Uscita Mattutina
Come scendeva fina e giovane le scale Annina! Mordendosi la catenina d'oro, usciva via lasciando nel buio una scia di cipria, che non finiva. L'ora era di mattina presto, ancora albina. Ma come s'illuminava la strada dove lei passava! Tutto Cors' Amedeo, sentendola si destava. Ne conosceva il neo sul labbro, e sottile la nuca e l'andatura ilare - la cintura stretta, che acre e gentile (Annina si voltava) all'opera stimolava. Andava in alba e trina pari a un'operaia regina. Andava col volto franco (ma cauto, e vergine, il fianco) e tutta di lei risuonava al suo tacchettio la contrada.
Giorgio Caproni

quali le parole evocate dall'ascolto dei due componimenti?

Tante le parole evocate dai versi
Fra tutte le parole che avete sui vostri fogli, sceglietene cinque
e con quelle cinque fate ciò che volete
le potete mettere dentro una vostra poesia, racconto o disegno
15 minuti di tempo per creare elaborati personali
Maria Cristina ha scelto di illustrare le parole: monti, affetto, pace, felicità.
Adamantonio ha scelto di comporre un pensiero con le parole: angoscia, inquietudine, infanzia, serenità, freschezza.
Corrado ha scritto un componimento in rima che contiene le parole: monti, respiro, pace, amore, affetto.
Ha persino incorniciato la sua poesia!
Created By
FRANCESCA ZAPPACOSTA
Appreciate