Loading

Non abbiate paura!

Domenica 21 giugno 2020

Per iniziare

Scegli un momento e un luogo adatto alla preghiera. Fai il segno della croce. Chiedi allo Spirito di donarti un cuore capace di ascoltare la Parola. Fai entrare il Signore nella tua vita.

Incontro alla Parola

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:

«Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geenna e l'anima e il corpo. Due passeri non si vendono forse per un soldo?

Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri! Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli». (dal vangelo secondo Matteo 10,26-33)

Il Tuo volto io cerco

Tante sono le cose che preoccupano i missionari del Vangelo, ma Gesù li rassicura “voi valete più di molti passeri”. Questi missionari inviati tra le fatiche e le difficoltà non saranno mai soli. Queste parole sono rivolte anche a noi. Quante volte immersi nella realtà ci sentiamo abbandonati e dimenticati da Dio. Quante volte ci siamo trovati a dover decidere e abbiamo sentito sulle nostre spalle il peso delle decisioni? Come in una barca spinta dalle onde ci sentiamo sballottati qua e là da pensieri e paure.

Gesù, però, ci ricorda che Lui c’è e non c’è nulla che ci possa tenere separati da Lui. Ciascuno di noi, con le sue fatiche, i suoi dubbi, le sue paure, ha valore e trova posto nel suo cuore. Il Signore ci chiede di fidarci di Lui, del suo amore, della sua presenza delicata e, alcune volte, impercettibile.

Ce lo ha ricordato anche papa Francesco, in quella stupenda preghiera straordinaria in tempo di Pandemia del 27 marzo 2020 in piazza San Pietro: “Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole e siamo timorosi. Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta. Ripeti ancora: «Voi non abbiate paura» (Mt 28,5). E noi, insieme a Pietro, “gettiamo in Te ogni preoccupazione, perché Tu hai cura di noi” (cfr 1 Pt 5,7)”.

La Tua Parola diventa la nostra preghiera

dal Salmo 68 (69)

Rit. Nella tua grande bontà rispondimi, o Dio.

Per te io sopporto l'insulto e la vergogna mi copre la faccia; sono diventato un estraneo ai miei fratelli, uno straniero per i figli di mia madre. Perché mi divora lo zelo per la tua casa, gli insulti di chi ti insulta ricadono su di me. Rit.

Ma io rivolgo a te la mia preghiera, Signore, nel tempo della benevolenza. O Dio, nella tua grande bontà, rispondimi, nella fedeltà della tua salvezza. Rispondimi, Signore, perché buono è il tuo amore; volgiti a me nella tua grande tenerezza. Rit.

Vedano i poveri e si rallegrino; voi che cercate Dio, fatevi coraggio, perché il Signore ascolta i miseri non disprezza i suoi che sono prigionieri. A lui cantino lode i cieli e la terra, i mari e quanto brulica in essi. Rit.

Credits:

Creato con immagini di David Brooke Martin - "A double rainbow forms over Bow Lake in Banff National Park, Alberta, Canada" • Hannah Busing - "reading the bible" • Bonnie Kittle - "Bird in Hand" • Tom Barrett - "Thunderstorm"