Scrittura: Dal giornale al libro

03.04.2017, Busto Arsizio

"La scrittura va allenata, è come correre una maratona, se ci si allena con costanza e con frequenza si otterranno risultati migliori." - questo e il messaggio che Lorenzo Franzetti ha voluto trasmettere agli studenti della 1BI dell'ITE E. Tosi.

Il 3 aprile la 1BI ha avuto l'occasione di incontrare Lorenzo Franzetti. Durante l'incontro ha descritto i punti principali del suo interessante percorso da scrittore e ha trattato di temi come la periferia e l'utilizzo dei social network nel mondo della scrittura. Inoltre ha introdotto il suo libro "Dove finisce Milano. Nebbia, pendolari e altre storie." descrivendolo brevemente ed elencando le motivazioni delle sue idee.

Biografia

Lorenzo Franzetti era il capo redattore di un giornale a Milano, ma da qualche anno ha deciso di dedicarsi alla sua passione più grande: la scrittura. Vive sul Lago Maggiore, ad Angera ed è nato da una famiglia di artigiani costruttori di biciclette. Ha pubblicato libri di storia e cultura ciclistica, ma anche raccolte di racconti come "La storia, le strade, le bici, i personaggi" (2012), "Dove finisce Milano" (2011) e la guida "Fiandre in bicicletta" (2014). Franzetti ha avuto da sempre le idee chiare: voleva fare il giornalista. Sicuramente non immaginava che avrebbe dovuto fare il pendolare per tutti i giorni da Angera a Milano per 10 anni. Proprio in questa occasione decise di aprire un blog che aggiornava nei momenti di attesa dei trasporti. Secondo le sue esperienze essere un giornalista, ovvero uno che scrive per professione, non è così semplice perché gli vengono imposti dei limiti al proprio stile e deve sicuramente seguire dei parametri.

Dove finisce Milano

Copertina di "Dove finisce Milano. Nebbia, pendolari e altre storie" (2011)

"Dove finisce Milano. Nebbia, pendolari e altre storie" è una raccolta di 31 racconti dedicati al periodo della sua vita da pendolare e alle persone che ne hanno preso parte. I personaggi vengono descritti con un sottotono ironico, per renderli simpatici nonostante quello che stavano passando. Questo libro è ambientato principalmente nel quartiere della Certosa, intorno al cimitero maggiore. Franzetti non voleva mostrare la parte viva di Milano, ma voleva descrivere una Milano diversa da quella che ci aspettiamo. Il suo libro d'esordio è stato pensato per quelli che trascorrono molto tempo della loro vita tra un binario e l'altro che hanno tempo di leggere di volta in volta qualche pagina dei racconti.

Giulia Toppi, 1BI ITE E. Tosi

Credits:

Created with images by Unsplash - "typewriter book notebook"

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.