Trapani e Favignana la mia sicilia

Mal di Trinacria

Da adolescente non capivo la scelta di mio padre di avere comprato quel piccolo appartamento di via Mercè a Trapani, così lontana da Bologna.

A quel tempo ci volevano 24 ore di treno e traghetto per raggiungere quella città di frontiera, troppo lontana da amici, affetti, interessi. Negli anni, ancora meglio, di recente ho capito il perché; la Sicilia, una volta che l'hai vissuta, ti entra sotto pelle e non ti lascia più.

Trapani, le Mura di Tramontana

Vengo a Trapani da quasi 40 anni. La nostra casa, le strade, le passeggiate, tutto mi riporta a momenti di un passato spesso spensierato, condiviso con la mia famiglia e con gli amici. E' la mia seconda città, anche se per gli amici di qui sono e sarò sempre 'u'bbolognese'.

Sempre le Mura di Trmontana, in una nuance più "pinky"

Aria di spezie

Appena atterro a Birgi vengo regolarmente avvolto da una vampa di profumi che mi riporta indietro con la memoria e che mi fa subito sentire a casa. E' una miscela di sale e finocchietto selvatico, di mirto e di origano.

Tramonto dalla torre di Ligny. Favignana all' orizzonte
La torre di Ligny
Qui vengo regolarmente a fare il bagno. Favignana in lontananza.
Tramonto sul lungomare di Trapani
Il porto di Trapani
Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani e Paceco

Il circondario di Trapani abbonda di luoghi da visitare, isole escluse. Erice, San Vito Lo Capo, Segesta, Castellamare del Golfo; Il luogo che amo maggiormente dista solo pochi Km di bicicletta da casa; Le saline.

i vecchi mulini all' interno delle saline. a sinistra Erice
Le saline, Il vuoto, Le isole
Qui inizia la Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani e Paceco
ll mulino sulla strada per Paceco. Erice alle sue spalle

FAVIGNANA E LEVANZO

Arrivando a Favignana, a poche decine minuti di aliscafo da Trapani e pedalando verso Cala Rossa, gli effluvi di origano e di finocchietto selvatico si avvertono ovunque e si legano in un tutt'uno struggente con le centinaia di immagini che l'isola offre al ciclista contemplativo.

Favignana, giardini ricavati dalle antiche cave di tufo
Cala Rossa
I resti delle antiche cave di Cala Rossa
Cala Rossa

I segni della passata industria estrattiva di Favignana sono visibili ovunque; per molti gli scavi delle cave hanno deturpato irrimediabilmente le coste dell' isola. A me piace immaginarla come un luogo dove civiltà antiche, se non aliene, hanno modellato l'isola con logiche ignote a noi contemporanei.

Le antiche cave vicino a Favignana paese
Ecco, due menhir di provenienza extraterrestre (!) che accompagnano nel loro monolitico silenzio l'uscita del'aliscafo dal porticciolo di Favignana

Levanzo è stata risparmiata dalla attività estrattiva ma è a rischio 'turismo di massa'

Meno affollata di Favignana, temo che i futuri vacanzieri di ferragosto ne possano fare scempio nel volgere di poche stagioni. Povera pineta!

Il porto di Levanzo. In lontananza il profilo dell'isola di Favignana
il fondale del porto :)

Ciao Sicilia bedda, ciao casa, buon 2017. Ci vediamo tra poche settimane.

Created By
Gianluca Bernardini
Appreciate

Credits:

Gianluca Bernardini

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.