IL BUNKER DI HITLER A CURA DI PIVA GIORGIA

BIOGRAFIA

Nel 1919 si iscrive al Partito dei Lavoratori Tedeschi che successivamente cambia il nome in Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori Tedeschi, e ne diventa leader. Nel 1923 organizza un colpo di Stato per porre fine alla Repubblica di Weimar ma il suo tentativo fallisce e viene condannato a 8 mesi di prigione. Durante la reclusione scrive il suo futuro libro: Mein Kampf che diventerà il testo di riferimento del nazismo. Nel libro Hitler teorizza la superiorità della razza ariana, dichiara il suo odio per comunisti ed ebrei e pianifica l’espansione della Germania. L’ASCESA AL POTERE - Rilasciato nel 1924, Hitler riorganizza il partito nazionalsocialista e guadagna in pochi anni il consenso. Nel 1932 vince le elezioni per il Reichstag e nel 1933 diventa Cancelliere del Reich. Nel 1934, diventa Führer del Reich e instaurando la dittatura. In pochi anni Hitler pone le basi per lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale (annessione dell’Austria alla Germania pacificamente, occupazione della Renania, Patto d’Acciaio con l’Italia) e dà l’avvio alla persecuzione degli ebrei che avrà il suo apice nella tragedia della Shoah e dei campi di concentramento, dove hanno perso la vita circa 6 MILIONI di ebrei e migliaia di Rom, Sinti, oppositori politici, omosessuali e portatori di handicap.
Chiamato FUHRERBUNKER. Ed era il complesso dove si suicidò successivamente Hitler, il 30 aprile 1945, mettendo così fine alla seconda Guerra Mondiale.
Il bunker era diviso in 2 parti: il VECCHIO (Vorbunker) costruito nella fase uno, nel 1936, e il NUOVO (Fuhrerbunker) costruito nella fase due nel 1943. Il Fuhrerbunker era situato a 8,2 metri sotto terra. Il Vorbunker anche, ed erano collegati poi da una serie di scale. L'interno della casa era ben protetto da pareti di calcestruzzo, spesse quattro metri, dove c'erano sparse 30 stanze distribuite su due livelli con delle uscite principali oltre a quelle sui giardini.
La stanza di Hitler, si trovava nella seconda fase, ovvero nel Fuhrerebunker, e privava di molto materiale casalingo di alta qualità. Hitler andò a vivere nel Bunker, il 16 Gennaio 1945, assieme alla sua comapgna, Ev Braun, il consorte assieme ai tre figli, la segretaria, componenti vari del governo, medici, che erano distribuiti in varie stanze nel bunker. Molte persone successivamente, verso il 22-23 aprile abbandonarono il bunker, prima che la battaglia di Berlino entrò nel vivo.
Il 30 aprile 1945 Hitler si suicidò, facendo prima ingerire una dose di cianuro a Eva, la sua compagna, e poi ingerendola lui stesso, puntandosi anche una pistola addosso. Molto abbandonarono la casa per non sembrsre poi complici della morte di Hitler, e Eva, ma altri rimasero lì, dove poi vennero imprigionati dalle truppe Russe, il 2 maggio 1945. Però tutt'ora non è ancora sicuro che Hitler si sia suicidato, molti storici dicono che Hitler sia scappato, e difatti in Argentina, hanno avvertito della sua presenza negli anni 50.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.