Movie Design forme, contenuti, significati

Sistemi di comunicazione multimediale

Progetto Macerata Opera Festival 2016

Progettare con le nuove tecnologie dell’arte i nuovi media, implica la conoscenza dei codici digitali, in quanto ciò che si realizza, è una rappresentazione numerica; la comunicazione che ne consegue si può descrivere in termini formali (matematici) ed è soggetta a manipolazione algoritmica, in sostanza i media diventano programmabili
Nuova società dell’informazione e della comunicazione

Nicholas Negroponte

Jean Baudrillard

La società è “interconnessa”, con un click siamo collegati al mondo e ai contenuti tout-cour della vita per un tempo infinito.

I linguaggi e i media si rinnovano nel sistema di comunicazione multimediale e di conseguenza, si passa da un “mondo solido” e statico a un mondo “liquido e mobile”, in cui sono evidenziate le contraddizioni sociali, politiche ed economiche.

Definizione di Movie Design
Progettare deriva dal latino, e significa gettare avanti, quindi il design è avere consapevolezza del presente e immaginare un futuro in cui realizzare le proprie idee.

L’informazione è un elemento strutturato, puntuale, codificato e riconoscibile e si configura come un elemento base di ogni processo comunicativo.

La comunicazione, diversamente dall’informazione, è un ambito, una pratica, un comportamento che implica una qualità relazionale.

L’empatia è la capacità di “mettersi nei panni dell’altro” percependo, in questo modo, emozioni e pensieri, è un’abilità sociale fondamentale che rappresenta uno strumento base per una comunicazione interpersonale efficace e gratificante.

I cinque assiomi della comunicazione
  1. Non si può non comunicare.
  2. Ogni messaggio può comprendere un livello di contenuto e uno di relazione METACOMUNICAZIONE
  3. La natura di una relazione tra comunicanti dipende dalla punteggiatura delle sequenze della loro comunicazione
  4. La comunicazione avviene attraverso il modello numerico e analogico: verbale, non verbale, paraverbale
  5. Ogni scambio comunicativo può essere simmetrico o complementare
Processi della comunicazione
  • comunicazione intrapersonale
  • comunicazione interpersonale
  • comunicazione di gruppo
  • comunicazione di massa

Affinché possa verificarsi l’atto comunicativo, occorrono tutti quegli elementi propri del modello (Roman Jakobson) di base della comunicazione:

Emittente • Messaggio • Destinatario • Ricevente Codice • Feedback • Contesto • Medium • Canale • Rumore

Mittente: Funzione Emotiva

Contesto: Funzione Referenziale

Messaggio: Funzione Poetica

Contatto: Funzione Fàtica

Codice: Funzione Metalinguistica

Destinatario: Funzione Conativa

Il ruolo del progettista di Movie Design

L’attuale cultura visiva dalla pittura, al cinema, alla televisione, al computer, allo smartphone ha creato un nuovo sistema di comunicazione, interattiva, per cui non esistono più ruoli assoluti e statici, ma una maggiore dinamicità tra ricevente/destinatario ed emittente.

Ciò comporta il delinearsi di un nuovo oggetto digitale, contenitore linguistico della multimedialità, la cui complessità progettuale, impone competenze multilivello.

Le competenze del

Movie Designer:

conoscere i meccanismi della comunicazione sia dal punto di vista generale, sia nelle interferenze che costituiscono un iperlinguaggio comunicativo, ossia un linguaggio dei vari mezzi di comunicazione che parlano tra loro

sfruttare e veicolare positivamente le potenzialità dei metodi narrativi messi a disposizione dagli strumenti della nuova comunicazione multimediale

elaborare layout, elementi grafici e dispositivi linguistici anche metaprogettuali che consentono la convergenza di linguaggi diversi su un’unica piattaforma digitale

progettare l’architettura della comunicazione, ossia la struttura complessiva dei linguaggi

essere regista del processo comunicativo di tipo multimediale, di eventi multimediali complessi, attraverso competenze tecniche, linguistiche, estetiche, strategiche

Diffusione della produzione Movie Design: Progetto Macerata Opera Festival 2016

La committenza ha richiesto la produzione video degli eventi più importanti per creare non solo un documento storico d’archivio, ma soprattutto un’emozione, un senso di appartenenza, un coinvolgimento e avvicinamento alla bellezza dell’Opera Lirica e alla “macchina” Sferisterio.

In totale ho realizzato 12 video, 3 in particolare per importanza e differenza comunicativa tra loro:

Spot MOF 2016

Trailer - Medea

Trailer - Otello

Facebook è la piattaforma principale in cui è avvenuta la diffusione del progetto di Movie Design relativo al MOF.

Social Media Marketing Survey 2016

Come dimostra questo recente sondaggio, del sito Clutch, il mezzo di comunicazione principe della cultura odierna è il video e il social media più utilizzato per la diffusione dei contenuti è Facebook.

Prendendo in analisi solo il periodo della stagione lirica, indicativamente dal 17 luglio al 31 agosto, ho raccolto le differenze dei dati del 2015 e del 2016.

Visualizzazioni totali nel 2015: 27.886 su 8 video caricati.

Visualizzazioni totali nel 2016: 131.898 su 14 video caricati di cui 9 sono quelli che ho realizzato e che hanno raggiunto un totale di 101.778 visualizzazioni.

Aumento delle visualizzazioni dal 2015 al 2016
Incremento delle visualizzazioni rispetto ai 3 video caricati su Facebook
SPOT MOF 2016

Il primo prodotto che mi è stato commissionato è lo Spot ufficiale del Macerata Opera Festival.

Lo spot doveva essere adatto sia per la televisione (canale 138 di Sky Classica HD) che per il web, per una durata massima di 30”.

I contenuti a disposizione erano le grafiche studiate e realizzate dall’illustratrice Francesca Ballarini che cura l’immagine coordinata di tutto il Festival.

Motion Graphics

La grafica in movimento è l’insieme di elementi grafici bidimensionali o tridimensionali animati ed elaborati sotto forma di video.

La motion graphic si serve dell’Animazione 3D per muovere elementi tridimensionali all’interno di spazi bidimensionali e viceversa, così da costruire complessi movimenti di macchina.

Ho utilizzato uno dei software più noti cioè After Effects CC 2015, un composer per grafiche in movimento creato da Adobe Systems, integrato agli altrettanto famosi software grafici quali Photoshop CC 2015, Illustrator CC 2015, ed infine Premiere Pro CC 2015 per l’editing del video conclusivo.

Vista tracciato videocamera
Trailer Spettacolo MEDEA
Ecco, sono uscita di casa e così voi non avrete da rimproverarmi. Se la mia riservatezza scambiate per superbia allora non risiede giustizia nei vostri occhi; non è giusto sprezzare qualcuno senza prima aver sperimentato il suo animo, se da lui non si è ricevuto offesa. Deve l’ospite sapersi adeguare alla città che lo ospita, ma non è lodabile il cittadino che per difetto di conoscenza disprezza i suoi nuovi concittadini. Questa dura sorte a me è caduta addosso, inattesa mi ha spezzato il cuore. Sono sola senza patria, esposta agli oltraggi. Quale città mi accoglierà? Quale ospite amico, in quale terra, in quale casa, vorrà offrirmi asilo e sicurezza e riparo? Nessuno?

Medea - Pasolini 1969

Trailer - Otello

Otello è stata l’opera più rappresentata, con quattro repliche, durante queste serate ho raccolto varie clip da più punti di vista sfruttando tutta la struttura dello Sferisterio, così da poter cogliere le scene dall’alto, dalla platea e dai palchetti.

Essendo quello dello Sferisterio un palco di 90 metri, la possibilità di sfruttare più visuali rispetto a una camera fissa centrale mi ha permesso di enfatizzare le scene, i movimenti, i particolari e gli insiemi.

Pianta dell’Arena Sferisterio (In rosso i principali punti che ho sfruttato per le mie riprese)

Iago e i suo sei macchinisti/servitori/demoni si aggirano sulla scena come se fossero i padroni indiscussi. Grazie a questa trovata scenica lo spettatore è portato a scoprire le regole del gioco teatrale del regista Azorìn.

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.