L'homo erectus La conquista del fuoco

LA PAROLA HOMO ERECTUS SIGNIFICA UOMO ERETTO OVVERO UOMO CHE STA DRITTO. L'HOMO ERECTUS VISSE IN AFRICA CIRCA 1 MILIONE E MEZZO DI ANNI FA.

L'HOMO ERECTUS CAMMINAVA IN POSIZIONE ERETTA. RISPETTO ALL'HOMO HABILIS ERA PIÙ ALTO E AVEVA UN CRANIO PIÙ GRANDE E UN CERVELLO PIÙ SVILUPPATO.
L'Homo erectus viveva in gruppi abbastanza numerosi. All'interno del gruppo vi era una netta divisione dei ruoli: i maschi si occupavano della caccia, della difesa del territorio e della fabbricazione degli utensili. La caccia ai grossi animali avveniva in gruppo; le femmine si occupavano della prole, della raccolta di bacche e frutta e si preoccupavano di mantenere acceso il fuoco. Le varie famiglie si riunivano intorno al fuoco e questo favorì lo sviluppo del linguaggio.
L'HOMO ERECTUS, A DIFFERENZA DELL'HOMO HABILIS, NON SFRUTTÓ SOLAMENTE I RIFUGI NATURALI PER VIVERE MA, INIZIÒ A COSTRUIRE LE PRIME CAPANNE FATTE CON PALI DI LEGNO, RAMI DI ALBERO E PELLI DI ANIMALI.
L'HOMO ERECTUS ERA NOMADE: EGLI SI SPOSTAVA SOPRATTUTTO PER SEGUIRE GLI ANIMALI. ALCUNI GRUPPI MIGRARONO LENTAMENTE DALL'AFRICA VERSO NORD E RAGGIUNSERO L'EUROPA E L'ASIA.
L'HOMO ERECTUS DIVENNE PIÙ ABILE NEL LAVORARE LA PIETRA E INIZIÒ A COSTRUIRE LE AMIGDALE, OVVERO DELLE PIETRE A FORMA DI MANDORLA E DOTATE DI UNA LAMA PIÙ AFFILATA RISPETTO AI CHOPPER IN QUANTO ESSE ERANO LAVORATE DA ENTRAMBI I LATI. CON LE AMIGDALE L'UOMO COMINCIÒ A COSTRUIRE LE PRIME ASCE, I COLTELLI E LE LANCE.
L'HOMO ERECTUS FECE L'IMPORTANTISSIMA SCOPERTA DEL FUOCO.

L’HOMO ERECTUS IMPARÒ A UTILIZZARE, A CONSERVARE E A PRODURRE IL FUOCO. OSSERVANDO GLI INCENDI DEGLI ALBERI PRODOTTI DAI FULMINI EGLI IMPARÒ A RACCOGLIERE I RAMI INCENDIATI E A CONSERVARLI PER IL FOCOLARE.

SUCCESSIVAMENTE IMPARÒ A PRODURLO ATTRAVERSO DUE METODI: - IL METODO DELLA PERCUSSIONE: L'HOMO ERECTUS SBATTEVA DUE PIETRE L'UNA CONTRO L'ALTRA E FACEVA CADERE LE SCINTILLE SULL'ERBA SECCA O RAMI CHE METTEVANO SOTTO.; - IL METODO DELLO STROFINIO: STROFINAVA, GIRANDOLO CON LE MANI, UN BASTONE NELLA CAVITÀ DI UNO PIÙ GRANDE FIN QUANDO NON USCIVA DEL FUMO FACENDO BRUCIARE ERBA SECCA O RAMETTI.
IL FUOCO FU UNA GRANDE CONQUISTA PER L'HOMO ERECTUS, PERCHÈ QUANDO IMPARÓ AD ACCENDERLO CON SISTEMI RUDIMENTALI, LA SUA VITA CAMBIÒ MOLTISSIMO. INFATTI EGLI LO UTILIZZÒ PER VARI SCOPI: - PER DIFENDERSI DAGLI ANIMALI TENENDO GRANDI FUOCHI ACCESI; - PER RISCALDARSI; - PER ILLUMINARE LE CAVERNE E SCOPRIRE NUOVI LUOGHI; - PER CACCIARE SPINGENDO GLI ANIMALI VERSO GRANDI BUCHE; - PER AFFUMICARE LA CARNE E CONSERVARLA; - PER CUOCERE LA CARNE.
INTORNO AL FOCOLARE, CHE TENEVA ACCESO, L'HOMO ERECTUS IMPARÒ A COMUNICARE CON I SUOI COMPAGNI ATTRAVERSO GESTI E VERSI E A TRASMETTERE LE CONOSCENZE. MOLTO PROBABILMENTE CIÒ AVVENNE QUANDO TUTTO IL GRUPPO SI RIUNIVA ATTORNO AL FUOCO PER DIVIDERE LE PREDE, INFATTI PIAN PIANO, L'HOMO ERECTUS IMPARÒ ANCHE A RACCONTARE LE VICENDE DELLA GIORNATA E COSÌ I GIOVANI POTERONO APPRENDERE TECNICHE DI CACCIA E MODI DI VIVERE. ERA NATA LA CULTURA, OSSIA LA CAPACITÀ DELL'UOMO DI TRASMETTERE LE CONOSCENZE.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.