Arata Isozaki Architetto, teorico e insegnante giapponese

LA VITA

  • Nato nel 1931 in Oita City in Giappone
  • Famiglia nobile
  • laurea presso l'Università di Tokyo nel 1954
  • l'influenza modernista giapponese Kenzo Tange
  • Nel 1963, realizza lo studio Arata Isozaki ( Arata Isozaki & Assocites)

LO STILE

  • Inizialmente adatta un linguaggio brutalista che contraddistingue alcuni dei suoi primi progetti
  • Col tempo abbandona il brutalismo e per approdare all'utilizzo di forme geometriche elementari, che tuttavia comprendono talvolta inflessioni di tipo manieristico.
  • Influenza di diversi ambiti artistici come pittura e scultura

PRIMI PROGETTI:

Oita Prefectural Library realizzata nel 1966: costruzione in cemento che condivide i tratti del Brutalismo

COSA E' IL BRUTALISMO?

è una corrente che deriva dall'architettura moderna, influenzata principalmente dall'architetto francese Le Corbusier.

  • accostamenti di figure semplici
  • Architettura ripetitiva grezza e poco costosa
Museo d'arte moderna di Gunma realizzato nel 1971

EVOLUZIONE DELL' ARCHITETTURA

  • Sguardo rivolto alla cultura Giapponese (da cui ha desunto il suo concetto di spazio architettonico)
  • Nuova evoluzione verso una sua interpretazione di linguaggio post-moderno

Palazzo dello Sport Sant Jordi 1983-90

  • Progettatto per le Olimpiadi di Barcellona del 1992. Padiglione sportivo multifunzionale
  • Principio di flessibilità

Palahockey di Torino

Progettata con Pierpaolo Maggiora per le Olimpiadi di Torino 2006

Riprende la filosofia del "far continuare a vivere le architetture"

Grande attenzione all'uso post-olimpico

ANNI '90

Una ulteriore modificazione del linguaggio architettonico del giapponese, una interpretazione sobria della citazione convenzionale classica.

Art Tower Mito

  • La struttura è in acciaio, ma le superfici sono in titanio (prodotto per quei tempi appena emergente in architettura)
  • rogetto segue l'idea della scultura di Brancusi
  • Fa uso di forme geometriche molto semplici (triangoli)

Museo d'arte contemporanea a Nagi

Okayama, 1994
  • riferimenti alle forme geometriche pure
  • perimentazione raffinata e personalissima
  • spazi espositivi hanno forma di cilindro, di cubo e di una falce di luna

RICONOSCIMENTI ATTRIBUTI

  1. La nomina nel 1978 a membro onorario dell'Accademia Tiberina a Roma
  2. La nomina nel 1984 a Cavaliere dell'Ordine delle Arti e delle Lettere
  3. Ministero della Cultura Francese
  4. il Premio Chicago Architecture del 1990
  5. incarico di giurato per l'Expo internazionale di Vienna nel 1990

Altri progetti dal 1990 in poi:

Allianz Tower Milano

Isozaki ha creato un'architettura così personale delle sue idee e degli spazi che sfida la caratterizzazione in ogni singola scuola di pensiero.

Non applica uno stile cooerente a tutti i suoi lavori ma cerca invece di creare soluzioni architettoniche specifiche per ogni contesto sociale, culturale e politico.

SITOGRAFIA

  • https://www.homify.it/librodelleidee/7429/l-architettura-brutalista
  • www.isozaki.co.jp
  • www.amarchitects.it/studio
  • www.archilovers.com/arata-isozaki
  • http://www.archdaily.com/529896/spotlight-arata-isozaki
  • http://ilforumdellemuse.forumfree.it/?t=21625332

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.