Loading

Cantiere Megaride varo del bacino galleggiante G060 Marina Militare

Sabato 17 febbraio, la classe IV C dell'Istituto Tecnico Nautico Trasporti e Logistica di Torre del Greco (NA)  si è recata a Napoli, presso lo storico Cantiere Megaride, per assistere ad una cerimonia che, ormai da decenni, non si verificava nelle acque del porto di Napoli, il varo del Bacino galleggiante della Marina Militare, costruito appunto nello storico Cantiere e destinato a La Spezia.

Si ringrazia la D.S. Dottoressa Lucia Cimmino che ha promosso l'attività svolta dagli alunni della IV CTM, la quale sottolinea sempre l'importanza di momenti come questo Il cui scopo importante è di investire sul futuro degli alunni dell'ISISS Colombo affinché possano crescere dal punto di vista umano e culturale.

Grazie all’invito degli esperti del progetto di Scuola Viva, svolto nello scorso a.s. 2016/2017, i proff. Stefano Lanfranco e Enrico Veneruso, i ragazzi che hanno svolto attività di alternanza presso il cantiere, cimentandosi nel restauro di antiche imbarcazioni, fisicamente sperimentando l’oggetto su cui svolgere l’agognato lavoro futuro, hanno avuto la bella opportunità di assistere a un evento caratteristico del loro indirizzo di studi, seguendone tutte le fasi del cerimoniale da esso previsto, dal discorso di apertura con le indicazioni degli aspetti tecnici dell’imbarcazione alla preparazione del nastro con la bottiglia di spumante e, infine, del suo taglio da parte della madrina, accompagnato dall’espressione tradizionale pronunciata dal direttore del Cantiere

“In nome di Dio, taglia!”.

Il bacino sarà trasportato via mare all’Arsenale di La Spezia e impiegato per le lavorazioni sulle navi della MarinaMilitare ma potrà essere utilizzato anche per quelle mercantili, incrementando le capacità manutentive dell’Arsenale

Emozionante è stato seguire le operazioni del calo dell’imbarcazione e, successivamente, della sua discesa in acqua, salutata, dai progettisti, costruttori e operai vari, con gioia e orgoglio per quanto realizzato, con le proprie mani, un vero gioiello di ultima generazione, dotato delle strumentazioni tecniche più all’avanguardia.

Motivo di soddisfazione e orgoglio anche per la città stessa di Napoli, non si possono non porgere vivi ringraziamenti innanzitutto al direttore del Cantiere per l’accoglienza e poi a tutti quelli che si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento il cui bel ricordo tutti noi conserveremo.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.