IL PROBLEM SOLVING BY : FILIPPO GALOPPINI CLASSE 2H

Piccola Introduzione

Il Problem Solving (locuzione inglese che può essere tradotta in italiano come risoluzione di un problema) è un'attività del pensiero che un organismo o un dispositivo di intelligenza artificiale, mettono in atto per raggiungere una condizione desiderata

Prima d' iniziare un po' di storia

Il concetto stesso di "problema" ha subìto continue trasformazioni passando da strumento di valutazione per alcune discipline a metodologia di sviluppo per l'apprendimento integrato del sapere

L'approccio scientifico alla risoluzione dei problemi inizialmente era sviluppata secondo uno schema intuitivo:

  • percezione di un problema
  • analisi del problema e divisione in sottoproblemi
  • formulazione di ipotesi
  • verifica della validità delle ipotesi
  • valutazione delle soluzioni
  • applicazione della soluzione migliore

Nel definire il problema si operava un'analisi empirica(conclusioni basate sull'osservazione dei fatti) dei dati e si ricercava la riproducibilità del problema così che fosse possibile analizzarlo in maniera quasi scientifica.

Con la comparsa del computer il problem solving ha acquisito una particolare caratterizzazione dovuta allo sviluppo ed alla diffusione della "programmazione".

Caratteristiche e metodologie

Il problem solving indica l'insieme dei processi atti ad analizzare, affrontare e risolvere positivamente situazioni problematiche.

Rispetto alla parola italiana “soluzione”, il termine inglese in “-ing” rafforza il significato di un atto in corso di svolgimento.

Il Problem solving prevede delle fasi che aiutano il soggetto ad impostare correttamente il problema ed a chiarire alcuni aspetti che lo confondono. A questo proposito sono stati pensati diversi metodi

APS

APS, nato dall'inglese "Applied Problem Solving" (in italiano "Applicare il Problem Solving") è un metodo di Problem Solving pratico, applicato a situazioni reali, in cui la semplicità e l'efficacia del metodo, vogliono essere il valore aggiunto rispetto ai metodi simili.

È una metodologia che incorpora fasi, che permettono di:

  • Ricostruire gli accadimenti
  • Definire il problema
  • Capire dove effettuare le analisi
  • Individuare le cause
  • Investigare fino alla causa radice
  • Studiare come applicare le soluzioni
  • Decidere come monitorare le soluzioni
  • Focalizzarsi per sostenere i risultati

DMAIC

La metodologia chiamata DMAIC (Define, Measure, Analyze, Improve and Control - In Italiano Definire, misurare, analizzare, migliorare e Controllo), fornisce alle organizzazioni un metodo strutturato per affrontare e risolvere i problemi.

Il DMAIC è un processo costituito da cinque fasi flessibili, ma molto efficaci.

  • DEFINE: in questa fase vengono definiti i processi che presentano delle criticità per l'azienda.
  • MEASURE: nella fase di measure viene misurata, cioè valutata, l'efficacia dei processi.
  • ANALYZE: nella fase di analyze vengono analizzati i dati raccolti nella fase di measure.
  • IMPROVE: Nella fase di improve viene ricercata una soluzione migliorativa ai problemi riscontrati in fase di analisi.
  • CONTROL: Una volta che il processo è stato ottimizzato, è necessario implementare un sistema di controllo.

FARE

FARE (Focalizzare-Analizzare-Risolvere-Eseguire) è una metodologia che si suddivide in quattro fasi:

  • Focalizzare: Nella fase di “focalizzare”, vengono creati sotto problemi, presi ognuno in osservazione, e descritti ognuno
  • Analizzare: In questa fase, viene deciso cosa sapere, raccolti i dati e successivamente determinati i fattori rilevanti, e i valori di riferimento, assieme ad un elenco di fattori critici
  • Risolvere: Vengono generate più scelte, decisa una di queste, e viene sviluppato un piano di attuazione.
  • Eseguire: Nell’ultima fase, viene eseguito il piano, mantenendo tale, venendo monitorato, ed infine concluso.

FMECA

Il FMECA (Failure modes, Effects and Criticality Analysis) fu pensata originariamente a supporto della progettazione di prodotti/sistemi complessi.Sostanzialmente la metodologia FMECA è fondata su due principi fondamentali

  • Il primo è costituito dalla scomposizione gerarchica dell'entità sotto esame in sottogruppi a complessità decrescente.
  • Il secondo principio consiste nell'esecuzione dell'analisi di affidabilità ad ogni livello. Alla fine di questo processo di analisi si ottiene un quadro del modo e della probabilità con cui si possono generare i guasti nell'entità.

PDCA

La metodologia del PDCA (Plan, Do, Check, Act -"pianifica, prova, verifica, agisci"), nota anche come ciclo di Deming, è la rappresentazione visiva di un circolo definito "virtuoso"

  • Plan (pianifica): è necessario iniziare con la progettazione degli obiettivi e dei compiti
  • Do (prova): in seguito alla progettazione si procede con la realizzazione concreta
  • Check (verifica): si analizzano le conseguenze delle azioni intraprese
  • Act (agisci): se tutto funziona come desiderato, si rende stabile il cambiamento e lo si inserisce in produzione.

IL PENSIERO LATERALE

Il pensiero laterale, è stato definito come "La capacità di risolvere i problemi con metodi non ortodossi o apparentemente illogici".

Nello specifico, il metodo si fonda su tre passi.

  • Primo passo: selezionare un focus (o centro dell'attenzione).
  • Secondo passo: provocare una dislocazione laterale per produrre un gap (divario)
  • Terzo passo: pensare a come annullare il gap stabilendo delle associazioni d'idee.

Per essere maggiormente chiari, vi facciamo un esempio. Supponiamo di scegliere come focus l'oggetto "telefono fisso". Potrebbe venirci in mente "che ha i fili". Un possibile spostamento laterale potrebbe essere "senza fili". Questa idea può anche non avere senso, ma senza dubbio è stimolante

RISOLVI ED ANALIZZA

Questa metodologia viene utilizzata in ambito informatico per circoscrivere i problemi e costruire delle metodologie specifiche per gli utenti.

I principi fondamentali sono 3:

  • Cercare la responsabilità di una situazione problematica rallenta la soluzione dello stesso
  • Se si trova una soluzione bisogna rendere disponibile una descrizione dettagliata del problema e del metodo
  • Se non si trova una soluzione è comunque importante dettagliare bene il problema e descrivere accuratamente i passi da seguire

Le operazioni da seguire sono le seguenti:

  • Relazionare gli effetti del problema
  • Relazionare la situazione hardware e software
  • Identificare tutte le modifiche effettuate prima dell'esistenza del problema
  • Ricercare le cause ed analizzarle
  • Porre rimedio se possibile
  • Verificare che il rimedio abbia risolto effettivamente il problema
  • Relazionare la soluzione oppure dichiarare l'impossibilità di trovare una soluzione adeguata.

ECCO ALCUNI STRUMENTI MENTALI

Quelli che seguono sono alcuni degli strumenti mentali più diffusi e conosciuti

5W2H

Questa è un'analisi semplificata delle cause tecniche. Le 5W sono rappresentante dalle domande:

  • Who ("Chi?")
  • What ("Cosa?")
  • Where ("Dove?")
  • When ("Quando?")
  • Why ("Perché?")

Mentre le 2H rappresentano le domande:

  • How ("In che modo?")
  • How many ("Quanti?").

Rispondendo a queste sette domande, si possono individuare alcune delle principali cause del problema.

ANALISI DI ISHIKAWA

Viene anche chiamato diagramma causa-effetto ed è uno strumento che permette e facilita l'analisi di un certo problema.

Qui sopra ad esempio, abbiamo un diagramma Ishikawa, di cattive saldature.

LINK DI APPROFONDIMENTO

Maggiori informazioni su "Problem solving" https://it.wikipedia.org/wiki/Problem_solving#APS

Altri "Strumenti Mentali" https://it.wikipedia.org/wiki/Problem_solving#Strumenti

Problem solving nella psicologia https://it.wikipedia.org/wiki/Problem_solving#Nella_psicologia

CREDITI

Credits:

Link immagini: Immagine sfondo word clouds “problem solving” https://waywrite.com/ Immagine sfondo “PRIMA D’ INIZIARE UN PO’ DI STORIA” https://twitter.com/tuttostorico Immagine sfondo “IL PENSIERO LATERALE” http://www.alqamah.it/2016/09/05/creativita-un-atteggiamento-mentale-piu-che-una-capacita/ Immagine telefono antico http://www.ebay.it/itm/221-TELEFONO-IN-LEGNO-E-OTTONE-DA-APPOGGIO-VINTAGE-ANTICO-A-DISCO-/201728140513 Immagine diagramma “5W2H” http://www.qccworld.com/a/shidian/fangfagongju/2014/0827/346.html Immagine diagramma “ISHIKAWA” http://www.progettoatena.it/univ/gestione/gestione.htm

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.