Loading

Tappa 4: Fabriano

Arrivati a Fabriano, siamo pronti per il laboratorio: faremo un foglio di carta, proprio come si faceva una volta!

Abbiamo immerso lo stampo in una soluzione di acqua e fibra (1% di cotone)che può essere ricavata dai più svariati vegetali.

Un tempo la carta veniva ricavata da vecchi stracci ridotti a listarelle e venivano pesati.

Abbiamo aperto lo stampo e adagiato i fogli grondanti acqua su un vassoio

Il vassoio con i fogli è stato posto nella pressa per eliminare l'acqua

Questa macchina, funzionante grazie all’energia elettrica ( prima la forza era manuale ), pestava i vecchi stracci da cui si ricavava la carta.

Le Cartiere Miliani Fabriano nascono nel 1782 dall'unione delle cartiere presenti sul territorio in un'unica cartiera. Il fondatore dell'impresa è Pietro Miliani.

Le donne e le bambine stendevano i fogli per farli asciugare e facevano la filigrana (intreccio e saldatura di sottili fili di rame), mentre i maschi pressavano i fogli.

Questa macchina rendeva la carta impermeabile, qualità che non aveva la carta cinese.

Sulle banconote, così come sulla patente e sui passaporti, vengono messe delle immagini visibili solo attraverso la luce, in modo da evitare i falsi. La Fabriano per non diventare un'industria obsoleta si è specializzata nella produzione di banconote.

Rientrati a Perugia, dopo una buona pizza per pranzo, siamo pronti per tornare a Roma, per noi è stata una splendida esperienza!

Lavoro realizzato da: Beatrice Bodò, Giorgia Colaiacomo, Federico De Sanctis, Elena D'Orio, Lorenzo Pelli, Emanuele Romagnoli.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.