Computer forensics informatica forense

INTRODUZIONE

L'informatica forense è una branca della scienza digitale forense legata alle prove acquisite da computer e altri dispositivi di memorizzazione digitale. Il suo scopo è quello di esaminare dispositivi digitali seguendo processi di analisi forense al fine di identificare, recuperare, analizzare e presentare fatti riguardanti le informazioni e i dati raccolti.

Questo fa si che si faccia largo uso di tale scienza nelle indagini riguardanti una varietà di crimini informatici nei quali le prove raccolte, soggette alle stesse pratiche di ogni altra prova digitale, saranno usate in ambito di processo. A tal scopo sono utilizzate tecniche e principi legati al recupero dei dati, affiancati però da procedure destinate alla creazione di un percorso di revisione, recupero e analisi che sia legale.

Il suo utilizzo in casi di alto profilo ha fatto sì che l'informatica forense acquistasse fama e venga sempre più accettata come scienza affidabile tra le il sistema delle corti.

Storia e nascita dell'informatica forense: il concetto di informatica forense emerge nei primi anni 80, quando i personal computer cominciano ad essere più accessibili ai consumatori, aumentandone però il loro utilizzo in attività criminali. Parallelamente accrescono il numero di crimini identificati e riconosciuti come crimini informatici. L'informatica forense nasce quindi inizialmente come metodo per il recupero e l'analisi di prove digitali. Da allora il numero di crimini informatici o legati all'informatica vede una crescita elevata, con un aumento del 67% dei casi a partire dal 2000.

Al giorno d'oggi l'informatica forense non è più solo uno strumento di analisi di prove ma uno dei principali mezzi di investigazione legato a diversi crimini. Tra questi sono inclusi la pornografia, le frodi, lo spionaggio, il cyberstalking, gli omicidi ...

Nei processi civili nei quali tale scienza è coinvolta, aumentano quindi le cosiddette "computer generated evidence", ossia le prove generate come output dai computer stessi.

Definizione: Computer forensics è un termine inglese che significa “informatica forense” e che identifica la scienza che si occupa della preservazione, identificazione e studio di tutte le informazioni che sono contenute nei computer, con lo scopo di evidenziare l’esistenza di prove utili allo svolgimento dell’attività investigativa. Sempre più spesso, infatti, in giudizio vengono analizzati i pc degli indagati o delle vittime alla ricerca di indizi ed elementi di prova. È una branchia della “digital forensics”, che analizza invece i dati non solo dei computer ma di tutti i dispositivi digitali.

Analisi forense: lo scopo di un'analisi forense può variare dal recupero di semplici informazioni alla ricostruzione di una serie di eventi. Importante però è sottolineare come l'informatica forense, nonostante fornisca svariati metodi di estrazione di prove digitali e non, perde la sua flessibilità e conoscenza, sempre crescente, quando incontra l'applicazione della legge, giustamente rigida e poco elastica.

La normativa di riferimento

Le prime disposizioni correlate alla computer forensic science sono state introdotte nell’ordinamento italiano dalla Legge n.547 del 23 dicembre 1993 “Modificazioni ed integrazioni alle norme del codice penale e del codice di procedura penale in tema di criminalità informatica”.

Con la legge n.48 varata nel 2008, sono state introdotte nel codice di procedura penale italiano delle importanti novità che prescrivono l’utilizzo della computer forensics per l’acquisizione di prove informatiche e per la loro corretta conservazione e analisi, affinché possano essere utilizzate nelle sedi processuali.

Campi di applicazione: L’utilizzo di evidenze informatiche è consentito sia nei processi civili che nei processi penali. Le prove informatiche, al pari delle altre tipologie di prove, servono per permettere al giudice di ricostruire o dimostrare i fatti dichiarati dalle parti in causa. Va precisato che la raccolta di prove informatiche è frutto di un’attività di parte e sono sempre liberamente valutabili da parte del giudice.

Al fine di poter essere utilizzata in giudizio, la prova informatica deve avere determinati requisiti, tra cui quello dell’integrità e non ripudiabilità. Per questo motivo le metodologie di acquisizione, conservazione ed analisi delle prove devono essere molto rigorose e improntate su criteri ben precisi.

Diventa quindi fondamentale rivolgersi a dei “computer forensic expert” professionisti, in grado di operare con metodologie collaudate e riconosciute a livello internazionale.

Conclusioni: tradotto in italiano in informatica forense, il computer forensics è un metodo di ricerca, identificazione, svolgimento e analisi di informazioni e dati contenuti in un ipotetico dispositivo digitale, in questo caso il computer (di qualsiasi dispositivo digitale si occupa il digital forensics).Questa scienza è stata ideata a scopi investigativi, infatti si ricorre principalmente a questa tecnologia per estorcere informazioni riguardanti la criminologia informatica. Sono state varate diverse importanti leggi imposte dallo stato riguardanti tale metodologia.

Fonti della presentazione

Testi:

https://it.wikipedia.org/wiki/Informatica_forense

http://technology.axerta.it/approfondimenti/perizie_forensi/computer_forensics.html

Immagini:

http://www.e-weber.it/fileadmin/user_upload/colour_cards/weber_color/images/newcolor_301.jpg

http://www.infosecwriters.com/sites/default/files/styles/article_image_full_node/public/field/image/computer-forensics.jpg?itok=AcW99Whs

http://www.itsgov.com/wp-content/uploads/2013/04/computer-forensics-2.jpg

https://media.licdn.com/mpr/mpr/jc/AAEAAQAAAAAAAAMzAAAAJGQ2NWQxN2NiLTQ0NzItNGE1Yy1iY2QxLTllYzJiZGZlYmQ3Ng.jpg

http://consenttosearch.com/site/wp-content/uploads/2011/11/Computer-Crime-darrenchaker.jpg

https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/512wpcA6unL._SX258_BO1,204,203,200_.jpg

http://images.policemag.com/articles/M-CyberInvertigations.jpg

https://www.pilumdefense.com/wp-content/uploads/2014/07/shutterstock_137894381-e1416458727706.jpg

Fonti del video personale:

Musica:

https://www.youtube.com/watch?v=3wMGEBP63tg

Immagini:

http://www.grierforensics.com/wp-content/uploads/2014/12/welcome-image.jpg

http://cdn.ndtv.com/tech/images/gadgets/cyber_crime_reuters.jpg?downsize=635:475&output-quality=50&output-format=jpg

https://www.infotransec.com/sites/default/files/images/forensic-analysis.png

http://image.slidesharecdn.com/computerforensics-150923145248-lva1-app6892/95/computer-forensics-3-638.jpg?cb=1443020041

http://www.mmcert.org.mm/sites/default/files/df4.jpg

https://secure.corradoroberto.it/doc/CSE4482_12_Forensics_Windows.pdf

http://www.sectorforensics.london/wp-content/uploads/2016/03/computer-forensics-evidential-data-320x240.jpg

Presentazione svolta da Avelardi Adele, 2^H.

Credits:

Created with images by FredCintra - "Control is an Option to Command"

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.