IL TEATRO DEI GRECI

I Greci inventarono il teatro.

In Grecia ogni grande città possedeva un teatro all'aperto costruito sul pendìo di una collina.

Gli spettacoli teatrali erano seguiti ed apprezzati da tutta la popolazione e coloro che non avevano abbastanza denaro per comprare il biglietto d'entrata erano invitati dai cittadini più ricchi.

Se lo spettacolo non era di loro gradimento fischiavano e lanciavano sulla scena la frutta e gli ortaggi che si erano portati per merenda.

Le maschere rivestivano grande importanza. Con un'acconciatura dei capelli straordinariamente rialzata e troneggiante, la maschera contribuiva a ingigantire l'attore. Inoltre, nella bocca della maschera c'era un megafono. Alcuni dicono che questo dipendeva dalla vastità degli antichi teatri, tutti all'aperto, dove la voce aveva bisogno d'esser rafforzata; altri dicono che gli attori indossavano maschere per dare ancora più potere all’eroe e creare un effetto scenico.

I costumi che gli attori della tragedia greca indossavano erano una stilizzata trasformazione degli indumenti che si usavano nella vita di tutti i giorni. Il principale vestito dell'attore era il chitone, sorta di tunica lunga fino ai piedi, ma differente da quella usuale, perché aveva le maniche lunghe, non era bianca ma colorata e stretta da una cintura collocata in alto, date le spostate proporzioni della sua figura.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.