Loading

"Ma qual è la verità? È quello che penso io o quello che pensa la gente?" Che cosa sono le nuvole di P.P PasolIni 1967

Ombra, Riflesso, Doppio...Tutti sinonimi indubbiamente già presenti a livello concettuale nelle letterature classiche,ma che senza dubbio hanno visto celebrare il loro trionfo a fine ottocento e nell'età contemporanea. Il mio proposito è quello di immergermi nella profondità di questo tema,che ha incuriosito generazioni di studenti e non solo.

Ho deciso di affrontare questa tematica a partire da un passaggio che mi ha particolarmente colpito dell'episodio "che cosa sono le nuvole" tratto dal film "capriccio all'italiana" di Pier Paolo Pasolini interpretato da totò

Anche noi senza saperlo siamo delle marionette mosse da casualità complesse, del nostro sistema di vita, della nostra cultura, della nostra classe di appartenenza, Ognuno recita a soggetto copioni non scritti da noi.

Anche nell'Eracle di Euripide le azioni compiute dal protagonista non sono frutto del suo volere, ma volute da un entità superiore che lo obbliga negli atti che spesso non coincidono con il volere del soggetto.

Eracle fa il suo ritorno a Tebe , dove ormai Lico si era impadronito del potere. proprio quando il sacrificio si stava per compiere Eracle entra nella reggia e gli tende un attacco. Sembra sia stata fatta giustizia , ma arrivano Iride e Lissa con lo scopo di farlo impazzire e fargli uccidere i suoi stessi figli.

Proprio per questo consideriamo quest'opera una tragedia, poichè il protagonista reagisce sopportando il suo destino e cercando di rifarsi una vita.

Propio come nell'episodio di che cosa sono le nuvole, nel quale le marionette non riescono a spiegarsi le loro azioni. Esse sono mosse dal burattinaio , come Eracle è mosso dal volere della dea era.

Un autore che abbraccia questo tema è sicuramente Luigi pirandello in particolare nel Fu Mattia Pascal nel quale delimea l'impossibilità del personaggio di intendere ciò che vuole dalla vita e ciò che la vita vuole realmente da lui.
il protagonista del romanzo è Mattia Pascal , cittadino di Miragno , che approfitta di una falsa notizia della sua morte per poter scappare a Roma e crearsi una nuova identità.
Nel capitolo 12 "uno strappo nel cielo di carta" Anselmo Paleari, enuncia la teoria della trasformazione di Oreste in un moderno Amleto. Oreste è l'eroe protagonista dell'elettra di sofocle che incarna l'uomo certo dei propri principi ,e forte delle sue certezze può uccidere senza lacerazioni interiori la madre(Clitemnestra) e il padre(agamennone) Al contrario di Amleto che rappresenta il tipico eroe moderno caratterizzato da un senso di inettitudine.
Le marionette allegoricamente vanno a rappresentare l'alienazione dell'uomo che vive e si muove meccanicamente fino a che un evento non sconvolge quelle che sono le sue certezze.

Anche nel campo filosofico è emerso l'interrogativo sulla realtà e l'apparenza, il filosofo che vi pose l'attenzione fù Arthur Schopenhauer(1788-1860)uno dei maggiori pensatori del XIX secolo.

“Come il mondo è da un lato, in tutto e per tutto, rappresentazione, così dall'altro, in tutto e per tutto, volontà.”

Per fare ciò parte dalla distinzione di fenomeno e noumeno. Il fenomeno è solo illusione mentre il noumeno è quella realtà che si nasconde dietro l'ingannevolezza del fenomeno

e poi analizza la contrapposizione tra realtà e apparenza. Sostiene che l'uomo si rapporta al mondo e che ha due metà essnziali: soggetto e oggetto

“Tutto ciò che esiste per la conoscenza, - adunque questo mondo intero, - è solamente oggetto in rapporto al soggetto, intuizione di chi intuisce; in una parola, rappresentazione.”

Il mondo dunque è una nostra rappresentazione guidata dalle forme a priori dello spazio e del tempo regolate poi dalla categoria della casualità.

La volontà è una forza cieca ,da cui l'uomo è dominato, che crea conflitti e infatti da essa deriva la sofferenza.

Nell'ambito storico, una figura che si è affermata ad inizio 900 è stata quella di Giovanni Giolitti il quale attraverso la sua politica è stato erichettato come il politico del doppio volto.

Giolitti affiancava il presidente del consiglio giuseppe zanardelli, fino a quando non prese il suo posto nel 1903.

“Per i nemici le leggi si applicano, per gli amici si interpretano.” Un volto aperto e democratico nell'affrontare i problemi del nord e un volto comservatore e corrotto nello sfruttare i problemi del sud.

Un altro autore che affronta il tema del doppio è Petronio in particolare nel satyricon con il personaggio di Trimalcione , tipico esempio di chi vuole apparire diverso da quello che è.

Trimalcione è un ricco liberto di origini asiatiche chè è riuscito ad accumulare un immensa fortuna, nella sala della cena infatti ogmi elemento ha lo scopo di impressionare.
"Amici, inquit, nondum mihi suave erat in triclinium venire, sed ne diutius absentivos morae vobis essem, omnem voluptatem mihi negavi. Permittetis tamen finiri lusum."

Trimalcione fa il suo teatrale ingresso a cena ormai iniziata quando i convitati hanno gia avuto modo di apprezzare la suntuosità del banchetto. Si rivolge ai commensali con un discorsetto goffamente sostenuto mettendo in risalto la sua collocazione sociale rispetto a quella dei convitati.

Spesso la volontà di ostentazione delle proprie ricchezze si accompagna alla rozzezza d'animo con cui per esempio tratta i propri schiavi

"Credite, mihi: assem habeas, assem valeas; habes, habeberis. Sic amicus vester, qui fuit rana, nunc est rex. "

Un autore che nella letteratura inglese ha affrontato il tema da me trattato è Oscar Wilde con "Il ritratto di Dorian Gray" in quanto il protagonista invecchia solo interiormente, ma dall'esterno appare perennemente bello .

Dorian gray is a young rich man he has a portrait of himself made by Basil Hallward. For basil and his friend Lord Henry Watton,beauty and appearance have became the most values. Dorian makes a Faustian pact with an absent devil : his own life becomes an unchanging and untouchable work for art.

he sacrifice his soul and maintain his youth and beauty forever. Dorian leads a hedonistic life of pleasure crime and corruption. His physical apparence remains young and beautiful and portrait becames old and ugly, the mirror of his real inner soul. At the end Dorian stubs the portrait and kills him.

Tumolo Maria

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.