Museo dell'Arma del genio militare di jacopo Ciaschi

MUSEO DELL'ARMA DEL GENIO MILITARE venne fondato nel 1906 dal capitano del genio Mariano Borgatti con la denominazione "museo dell'ingegneria militare". La prima sede fu all'interno di Castel Sant'Angelo. Nel 1911 lo spazio espositivo venne spostato all'interno delle casermette di Urbano VIII, in seguito cambiò nome in "museo storico del genio militare". nel 1928, fu fondato l'Istituto d'architettura militare. All'inizio degli anni trenta il polo museale venne trasferito all'interno della caserma Piave. In occasione di questo spostamento, i due enti diedero origine all'Istituto storico e di cultura dell'Arma del genio. Nel 1939 il museo subì il trasferimento nell'odierna sede, che fu realizzata appositamente per accogliere questa sede espositiva
L'immagine che ho messo è un faro utilizzato nella grande guerra prevalentemente da francesi, americani e tedeschi per difesa contraerea e per l'illuminazione durante gli attacchi notturni. Tali fari da ricerca erano costituiti da una grossa parabola specchiata che rifletteva la luce emessa dalla lampada (è infatti corretto chiamarli riflettori). In realtà la fonte luminosa non era una lampada ma erano due elettrodi in graffite tra i quali scoccava un arco elettrico molto luminoso (lampada a carboni), che produceva fasci concentrati visibili a più di un chilometro di distanza.
Questa macchina si chiama autocolombaia dove mettevano i picccioni viaggiatori e dove si facevano allenare. I piccioni hanno due qualità: la prima qualità era quella di ritornare al nido e la seconda era che non erano spaventati dai rumori, i piccioni venivano usati anche come droni.
Il Blériot XI era un monoplano monomotore progettato dal francese Raymond Saulnier; con questo aereo, che rivoluzionò le regole della progettazione aeronautica, il 25 luglio 1909 Louis Blériot compì la prima traversata aerea della Manica.
Le mongolfiere nel 1900
Telegrafo a fili
Il primo telefono a fili costruito da Alexander Graham Bell
Nel primo dopoguerra fu raggiunto un notevole sviluppo tecnico nelle varie apparecchiature usate per l'individuazione ed il calcolo della direzione, della quota e dalla distanza dagli aerei nemici. L'aerofano veniva usato dai cechi durante la seconda guerra mondiale
L'esperienza della prima guerra mondiale e specialmente dall'ultimo periodo di essa, ha mostrato l'importanza che l'impiego dei gas tossici può avere in combattimento. Il compito del servizio chimico è quello di provvedere alla offesa con i gas mediante la preparazione dei materiali e dei mezzi ed il loro successivo impiego, nonché alla difesa contro i gas nelle sue varie manifestazioni.
Sotto la denominazione di teleferiche si intendono tutti gli impianti dal più semplice, detto anche scivolone, formato da un semplice filo teso, con conveniente pendenza, fra un punto di carico in alto e uno di scarico in basso, ai più dotati di movimento meccanico di grande potenza atti a far superare a carichi rilevanti di materiali e persone, fortissimi dislivelli, ripide pendenze, attraverso regioni altrimenti inaccessibili.
Assedio di Gaeta
Esercito austroungarico nella battaglia.

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.