Crete senesi 19 marzo 2017

Zolle metallo

come squame d'argento

Crete senesi

Neve increspata

sulle chiome dischiuse

Arbusti in fiore

Poso il mio sguardo

sulla pelle del mondo

Scatti indiscreti

Case dirute

antri vuoti di vita

C'era una volta

Ecco la lancia

nella Toscana infitta

Fiamma smeraldo

Vagina bruna

spalancata alla terra

Vita domani

E lesti lesti

avanti i passi vanno

Eterno andare

Fiorisci terra

sotto i miei avidi piedi

Ecco il mio passo

Dolce nell'aria

il sapore del pesco

Marzo di fiori

Sbucato il grano

già verdeggia la terra

Velluto a vista

Si perde l'occhio

Gli orizzonti infiniti

Cerco risposte

Amo i silenzi

di questa aria fatata

Verde che culla

Spunta la gemma

già da un raggio covata

Bacio di sole

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.