branco "Tutta l'arte è solo imitazione della natura"

Il gruppo BRANCO nasce per far capire che stando anche in gruppo non si perde la propria identità ,anzi si migliora , come tanti colori insieme formano un bel "murales". Questo gruppo è formato da quattro ragazzi che frequentano insieme l'alternanza scuola lavoro all'azienda "Conform" di Avellino.

I COMPONENTI DEL BRANCO

DOMENICO Sono un ragazzo di Avellino che frequenta il liceo scientifico P.E. Imbriani. Ho 17 anni e mi piacerebbe frequentare l'università Economia e Commercio. Le mie passioni sono il calcio e le arti marziali.

"Memento audere semper " - Gabriele D'Annunzio

GUGLIELMO Sono un ragazzo di 17 anni che frequenta il quarto anno del liceo scientifico delle scienze applicate P.E. Imbriani. Dopo la scuola vorrei frequentare la facoltà di Ingegneria. Mi piace molto il calcio, sono tifoso dell'Avellino. Passo il tempo libero suonando l'organetto.

"Nessuno conosce le proprie possibilità finche non le mette alla prova". - Publilio Sirio

WORK ART

PROGETTO "ASCOLTA E INVENTA UNA STORIA"

UN POLIZIOTTO CORAGGIOSO

Correva l’anno 3456, all’interno del porto di Rabat, la nave mercantile con a bordo un carico di fuochi d’artificio stava per partire. I poliziotti che avevano ricevuto una telefonata anonima, secondo la quale all’interno dei fuochi era nascosta della droga, stavano raggiungendo il porto. Erano dieci volanti e tra di loro c’era Frank, che poteva approfittare di questa operazione per dare una svolta alla sua carriera e diventare colonnello. Essi sapevano che se non fossero riusciti ad arrivare in tempo, non avrebbero più potuto arrestare i malviventi, poiché se la nave avesse attraversato il confine con il Marocco, sarebbero stati fuori dalla loro giurisdizione. Poiché erano le 10.12 e la nave sarebbe partita alle 10.15 due delle dieci volanti intrapresero una scorciatoia, e all’altezza di un incrocio si trovarono dinanzi ad un tir che le investì entrambi, e i vetri che scoppiarono causarono dei tagli agli agenti, ed in seguito ad una profonda emorragia uno di essi andò incontro alla morte. Il primo ad arrivare al porto fu Frank; la nave stava salpando e uno dei malviventi poiché era impegnato a guardare alla televisione un concerto di un tenore che stava avvenendo nella moschea della sua città, non si rese conto dell’arrivo della polizia, e non affrettò la partenza che stava avvenendo lentamente. Frank cercò invano di raggiungere la nave ma quest’ultima si trovava già a decine di metri di distanza, e suo malgrado dovette chiedere aiuto ai suoi colleghi che si trovavano nell’eliporto, i quali venuti a conoscenza di ciò che stava accadendo all’interno del porto, non persero tempo e saliti a bordo dell’elicottero si avviarono verso il mare. Uno dei malviventi che si accorse dell’inseguimento, avvertì i suoi compagni servendosi di una tromba. L’elicottero, raggiunto il porto, si abbassa per permettere a Frank di salire, per poi raggiungere la nave. L’elicottero iniziò a bombardare la nave e a spararla, causando l’esplosione dei fuochi d’artificio. A questo punto Frank decide di calarsi sulla nave. Giunto su di essa inizia inizia a combattere con i trafficanti e dopo averli stesi prese il comando della nave e la riportò all’interno del porto. I cani antidroga iniziarono ad annusare i residui degli scatoli dei fuochi d’artificio esplosi e alla scoperta della droga iniziarono ad abbaiare. I trafficanti furono arrestati e Frank raggiunse il suo più grande sogno, quello di diventare colonnello.

PROGETTO STELLER

Grazie all'applicazione steller, abbiamo realizzato una storia, utilizzando una successione di immagini.

SPOT RADIOFONICO

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.