MAGNOLIA GRANDIFLORA FAMIGLIA:Magnoliacea

ASPETTO

Albero sempreverde alto fino a 25 m, con chioma da piramidale a ovale di colore verde cupo; tronco eretto, spesso ramificato fin dalla base con corteccia grigio scuro, liscia.

FOGLIE

Coriacee, da ellittiche a lanceolate, acuminate, con margine intero, lunghe fino 20 (25) cm; pagina superiore di colore verde scuro lucente, quella inferiore brunastra, pubescente.

FIORE

A forma di coppa, molto profumati, con petali di colore bianco crema, del diametro di 15-20 cm. Fiorisce in maggio-giugno.

FRUTTI

A forma di pigna lunghi 7-10 cm, verticali, con semi rossicci.

HABITAT

In luoghi umidi e sponde dei fiumi.Habitat: La magnolia è decisamente legata a climi miti e non tollera temperature troppo basse; predilige posizioni soleggiate, riparate dal vento e terreni profondi e molto fertili, permeabili e a reazione acida (5,5-6,5). In Europa è coltivata all’aria aperta solo nelle regioni meridionali. Ha un’elevata resistenza agli agenti inquinanti edè quindi particolarmente indicata nei parchi e giardini metropolitani.

DIFFUSIONE

Originario degli Stati Uniti meridionali e del golfo del Messico; da noi coltivato come ornamentale per parchi e giardini.

OSSERVAZIONI

Le magnolie sono state importate in Europa agli inizi del Settecento e si sono presto impiantente diffusione per la bellezza delle fronde e dei fiori. Rinvenimenti fossili testimoniano che però anticamente erano sicuramente presenti anche nella flora europea.

Negli ultimi anni, molte altre magnolie sono entrate a fare parte delle piante utilizzate nei giardini a scopo decorativo. Tra queste, una delle più vistose è la M. X soulangiana, dalla spettacolare fioritura che precede la fogliazione.

Gaia Plumari e Mattia Monteseno

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.