Carlo Magno e il papato I rapporti tra l'impero e la religione

Pipino il breve,figlio di Carlo Martello venne chiamato dal papato per proteggere il territorio dai Longobardi,li sconfisse e donò le terre conquistate al papa,così il Papa si ritrovò con due poteri:quello religioso e quello territoriale.così nacque lo stato della chiesa.

Nel 773 d.C. i longobardi volevano attaccare Roma,questa volta però intervenne uno dei figli di Pipino:Carlo Magno(il grande) per via delle sue imprese.

Dopo questa e altre imprese epiche il Papa Leone III riconobbe Carlo Magno come un difensore della cristianitá. Nel Natale del 800d.C. fù incoronato imperatore,così nacque il sacro romano impero.

Dopo la sua incoronazione naquero dei conflitti tra le due istituzioni.Esistevano delle grandi differenze tra l'impero romano e l'impero di Carlo Magno. L'impero di Carlo Magno era più piccolo rispetto a quello di Roma,il Papa riconobbe una grande entità politica ovvero l'autorità religiosa. Per unire i popoli dell'impero costrinse chi ancora non lo aveva fatto a convertirsi al cristianesimo. Carlo Magno si poneva come paladino della diffusione del cristianesimo e difensore della cristianitá ortodossa. Ebbe rapporti con i massimi praticanti della religione.

Alla morte del pontefice nel 795d.C. deguì papa Leone III che ebbe dei buoni rapporti con Carlo Magno.Carlo Magno morì il 28 gennaio 814 d.C. ad Aquisgrana(Germania)

Created By
Patrick Rocca
Appreciate

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.