Reddito di connessione La proposta della mozione Orlando per combattere la poverta' assoluta

Istat: in Italia in povertà assoluta oltre 4,5 milioni di persone, il massimo dal 2005.

Per Andrea Orlando la lotta alla povertà assoluta rappresenta un impegno "assoluto".

" Partiamo dalla proposta dell’alleanza contro la povertà. Destinata a tutte le famiglie che vivono in quella condizione che si chiama povertà assoluta. Il primo passo fondamentale è portarli fuori da quella linea d’ombra, e quindi dare concretamente a ogni famiglia e ogni mese la somma che manca fra il reddito di quella famiglia e quello che serve per essere fuori dalla soglia di povertà. (...) Ma questo è solo il primo passo. Perché la povertà non si combatte solo con un assegno. È fondamentale che questo reddito si trasformi in tessuto connettivo. Perché la povertà è isolamento. Spesso è invisibilità." - Andrea Orlando

Le risorse " Per arrivare a coprire tutti i poveri servono circa 7 miliardi di euro. Partiamo dalle risorse già previste della delega contro la povertà. Servono quindi 5 miliardi. Arriviamoci gradualmente, in tre anni. L’obiettivo è sradicare in tre anni la povertà assoluta. Sarebbe un bel primato per l’Italia. La lotta alla povertà contiene tutte le lotte che dobbiamo fare. È lotta per dare coesione al Paese, per dare futuro ai bambini. Per assicurare dignità agli anziani. Per dare possibilità di un lavoro a tutti. Perché bisogna avere il coraggio di dire che per chi vive in condizioni di povertà assoluta spesso trovare un lavoro è impossibile. Perché non ci sono né crescita, né sviluppo senza il protagonismo di tutti." - Andrea Orlando

A Prato un'iniziativa per confrontarsi su questa proposta di lotta contro la povertà e le diseguaglianze.

Andrea Orlando incontra le rappresentanze dei lavoratori di Piombino

Se anche tu ritieni che questi temi debbano essere al centro dell'agenda politica del Partito democratico, il 30 aprile sostieni Andrea Orlando alla carica di segretario nazionale.

Credits:

Andrea Orlando incontra i cittadini di Pistoia (prima foto), le rappresentanze dei lavoratori di Piombino (seconda foto).

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.